Matrimonio alle isole tremiti puglia

Fabio e Giorgia sono riusciti a sposarsi, nonostante le diverse circostanze negative che li hanno coinvolti. Il loro matrimonio fu pianificato in largo anticipo, ma prima una grave perdita in famiglia e successivamente la pandemia del Covid-19, hanno fatto slittare il matrimonio di due anni. Come se non bastasse, qualche giorno prima dell’evento, un altro grave lutto ha rischiato di far saltare tutto per l’ennesima volta.
Arriviamo quindi al giorno prima delle nozze: la partenza è fissata dal porto di Termoli. Con noi, pronti per l’imbarco in direzione Isola di Capraia delle Tremiti, ci sono parenti ed amici degli sposi provenienti dalle varie regioni d’Italia, oltre ai vari fornitori tra cui fotografo, videomaker, truccatrice, fioraio, parrucchiere. Sembrava finalmente fatta, ma come un fulmine a ciel sereno, ci giunge una notizia terribile: la bruttissime condizioni meteorologiche nel mare impediscono alla nave di salpare e raggiungere le Tremiti, vengono dunque annullate tutte le corse dei traghetti della giornata. Restiamo tutti increduli, alcuni amici avevano raggiunto le isole già nei giorni precedenti, ma molti altri, compresi noi dello staff wedding, non potevamo partire. Insomma, il matrimonio rischia di essere rimandato nuovamente. 
QUESTO MATRIMONIO NON S’HA DA FARE”
Alla luce di queste mille disavventure, la celeberrima frase di Don Abbondio ne “I Promessi Sposi” non può non venirci in mente. Ma qui più che in un romanzo sembra di essere all’interno di una pellicola hollywoodiana alla James Bond. Fabio, lo sposo, non si perde d’animo, ricordiamo benissimo la telefonata in cui ha detto testuali parole “ok ragazzi, la nave non parte, vi faccio venire in elicottero? Ci state? Se avete problemi sarò costretto a rinviare perché siete troppo importanti”. Ovviamente non potevamo rifiutare.
Ci dirigiamo quindi all’aeroporto Alidaunia di Foggia, un’ennesima corsa contro il tempo poiché l’elicottero stava già per decollare. I posti rimasti disponibili a bordo erano pochi, per questo motivo la fioraia, figura importante del matrimonio, si è vista costretta a non partire con noi. Gli addobbi floreali, assieme alla torta nuziale preparata dalla pasticceria Pannamore di Vasto, sarebbero stati imbarcati il mattino successivo. 
Troviamo, miracolosamente, una persona disposta ad accompagnarci in macchina fino all’aeroporto insieme al parrucchiere Graziano Di Virgilio (G-Style Vasto). Arriviamo, ovviamente, in ritardo, per fortuna i piloti ci hanno atteso. Incredibilmente decolliamo, la speranza si riaccende. 15 meravigliosi minuti di volo e giungiamo sull’isola. Una vera e propria impresa, ma un’enorme soddisfazione. Finalmente siamo alle ISOLE TREMITI. Un posto a dir poco incantevole, Fabio, lo sposo nativo isolano, nonché titolare del B&B “Le Rondinelle”, le descrive così: in mezzo al mare Adriatico, spuntano dal blu ininterrotto tre cime, come tre sassi in uno stagno, minuscole perle di bellezza inaudita, testimoni dei primi viaggi dell’uomo antico, mostrano i segni di battaglie vecchie e moderne, storie di pirati, di religione e di misticismo, patria di Diomede, tappa di Ulisse.
Dal blu del mare al verde dalla pineta, prepotente con il suo balsamo benefico, profumo inebriante e curativo.
Terra dei benedettini, dei Borboni, del regno d’Italia. Terra di pescatori, di avventurose storie di marinai… Terra della mia famiglia, di mia nonna nata nel faro, di mio padre…. tra storia e leggenda, questa ora è casa mia, il mio posto… il nostro posto!

 

CREDITS
Video:maker: Pierluigi Patella e Ludovica  Meo
Fotografo: Giacinto Sirbo
Abito Sposo: Albert Vasto
Abito Sposa: Sunny Spose Vasto
Hair Stylist: G-Sstyle Vasto
Fedi Nunziali: Gioielleria Corvino Vasto
Addobbi Floreali: L’Orchidea Termoli
Musica: Fuffi Salvatore Di Palma Isole Tremiti
Sala ricevimento: La Fenice Isole Tremiti

Sfoglia altre storie